Lavoratori sportivi: come accedere a NASPI e DISCOLL

 

L’INPS, con Circ. 20 maggio 2024 n. 67, delinea le varie possibilità di cumulo o sospensione per i lavoratori sportivi che sono attualmente in NASPI o per coloro che in aggiunta al rapporto di lavoro abbinano durante l’anno o solo nel periodo estivo l’attività lavorativa sportiva.

L’art. 35, c. 2, D.Lgs. 36/2021 prevede che nell’area del dilettantismo i lavoratori sportivi, titolari di contratti di collaborazione coordinata e continuativa, hanno diritto all’assicurazione previdenziale e assistenziale e che a tale fine sono iscritti, con decorrenza dal 1° luglio 2023, alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della legge n. 335 del 1995. Come chiarito con la circolare n. 88 del 2023, ai sensi dell’articolo 35, comma 8-bis, del citato decreto legislativo n. 36 del 2021, l’obbligo contributivo presso la Gestione separata per tale categoria di lavoratori sorge al superamento dell’importo di compensi pari a 5.000 euro annui, concorrendo a tale fine i compensi erogati dal 1° luglio 2023. Per tali lavoratori è dovuta la contribuzione derivante dall’applicazione, sui compensi relativi ai rapporti di lavoro sportivo, delle aliquote pari al 2,03 per cento per la tutela della maternità, della malattia e della disoccupazione per i lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata.

In conclusione, l’INPS ha fornito le istruzioni in merito alle novità introdotte dal D.Lgs. 36/2021, che ha previsto l’accesso alla NASpI in favore dei lavoratori sportivi del settore professionistico e del settore dilettantistico, nonché l’accesso alla prestazione DIS-COLL per i lavoratori sportivi del settore dilettantistico titolari di contratto di collaborazione coordinata e continuativa.

Fonte: Redazione ALDEPI

Se sei interessato in merito ad eventi e novità previdenziali che riguardano il nostro Sindacato seguici su Linkedin