Congedo parentale: le novità del 2024


A partire dal 2024 le mensilità di congedo parentale indennizzate all’80% sono due. La seconda mensilità elevata deve essere fruita entro il sesto anno di vita del figlio o entro i 6 anni dall’ingresso in famiglia in caso di adozione o di affidamento e non oltre il compimento della maggiore età.

La legge di bilancio 2024 ha modificato il “Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità”, disponendo l’elevazione, dal 30% al 60% della retribuzione, dell’indennità di congedo parentale per un’ulteriore mensilità da fruire entro il sesto anno di vita del figlio, o entro sei anni dall’ingresso in famiglia del minore in caso di adozione o di affidamento. Inoltre, per il solo 2024, l’elevazione dell’indennità di congedo parentale, per l’ulteriore mese, è pari all’80% della retribuzione, invece del 60%. Pertanto, nel 2024, sono previsti due mesi di congedo parentale indennizzati all’80%.

Possono fruire dell’ulteriore mese di congedo alternativamente i genitori, lavoratori dipendenti, che terminano il congedo di maternità o di paternità obbligatorio successivamente al 31 dicembre 2023. Per il 2025 l’importo del secondo mese scenderà al 60%.

Fonte: Redazione ALDEPI

Se sei interessato in merito ad eventi e novità previdenziali che riguardano il nostro Sindacato seguici su Linkedin