Carta solidale: prorogata la presentazione delle liste per i Comuni


Il Ministero dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, titolare della misura, INPS, ANCI e Poste Italiane, hanno concordato la necessità di una nuova elaborazione della graduatoria, successivamente al consolidamento delle liste per la richiesta della Carta solidale per acquisti di beni di prima necessità a sostegno di nuclei familiari in stato di bisogno da parte dei Comuni e la necessità di una proroga dei termini di consolidamento delle liste. Infatti per questo, al fine di garantire i descritti interventi da parte dei Comuni, è stata prevista la proroga del termine per il consolidamento delle liste dei beneficiari fino alle ore 18,00 del 5 luglio 2023.

Alla scadenza del termine sopra indicato, l’INPS procederà a una rielaborazione delle liste e a rigenerare le graduatorie per ogni singolo Comune sulla base dei criteri di priorità stabiliti dal decreto.

Ciascuna graduatoria verrà stilata tenendo conto delle seguenti posizioni:

  • beneficiari selezionati dall’INPS;
  • beneficiari selezionati dai Comuni;
  • beneficiari nella lista selezionabili trasferiti da altri Comuni o riconfermati a seguito delle verifiche ANPR nel Comune originario e non bloccati con la funzione “blocca nucleo-trasferito”.
  • Le posizioni non rientranti nei precedenti tre sottoinsiemi non verranno prese in considerazione ai fini delle nuove graduatorie.

    Si riporta di seguito la tempistica procedurale ridefinita sulla base del nuovo termine fissato per il consolidamento delle liste:

    • pubblicazione entro il 7 luglio nell’applicazione web delle graduatorie rielaborate per ciascun Comune;
    • invio entro l’8 luglio delle liste da parte dell’INPS a Poste Italiane per le attività di competenza;
    • restituzione entro il 15 luglio da Poste Italiane all’INPS delle liste complete dei codici identificativi delle carte associate a ciascun beneficiario;
    • pubblicazione entro il 18 luglio nell’applicazione web delle liste definitive e complete dei codici carte assegnati;
    • invio da parte dei Comuni, a decorrere da quest’ultima data, delle comunicazioni ai beneficiari del contributo, contenenti le indicazioni per il ritiro delle carte presso gli Uffici postali.



    Fonte: Redazione ALDEPI
    Se sei interessato in merito ad eventi e novità previdenziali che riguardano il nostro Sindacato seguici su Linkedin