Bonus asilo nido 2024: le novità in Manovra




Con l’approvazione del ddl di Bilancio, la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha annunciato importanti novità che riguardano il Bonus asilo nido 2024, quali l’incremento delle misure di supporto per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido, la decontribuzione per le lavoratrici con figli e l’esclusione titoli di Stato dal calcolo Isee.
All’interno della bozza di manovra è previsto uno sgravio contributivo al “100%” fino ad un “massimo di 3000 euro annui”, senza limiti di reddito, quindi per tutte le lavoratrici con figli a esclusione del «lavoro domestico», per favorire la natalità.
Altre misure riguardano lo sconto sui contributi per la quota a carico della lavoratrice dipendente che è legato al numero di figli. Per le mamme con due figli la riduzione dura fino ai 10 anni del bimbo più piccolo, per chi ne ha tre lo sconto sui contributi dura fino ai 18 anni del figlio più piccolo.
Un’ altra novità riguarda l’incremento del bonus per pagare le rette agli asili nido pubblici e privati. L’incremento del bonus riguarda solo ai secondi figli nati dal primo gennaio 2024 in nuclei con già un minore under 10 e un tetto Isee di massimo 40.000 euro. L’ intento del bonus è quello di promuovere la natalità e fornire ulteriori incentivi finanziari alle famiglie che intendono avere un secondo figlio.

Fonte: Redazione ALDEPI

Se sei interessato in merito ad eventi e novità previdenziali che riguardano il nostro Sindacato seguici su Linkedin