Aggiornato il ccnl per metalmeccanici


Il 30 Novembre 2022 è stato sottoscritto, tra ANPIT, CEPI – CONFIMPRENDITORI, FEDERODONTOTECNICA, UNICA e CISAL Metalmeccanici, CISAL Terziario con l’assistenza della CISAL, il rinnovo del CCNL “Metalmeccanico, Installazione d’Impianti e Odontotecnico scaduto al 31 maggio 2022.
Le Parti concordano che il rinnovo del CCNL abbia decorrenza dal 1° dicembre 2022, con validità fino al 30 novembre 2025.
Ai Lavoratori con la prima retribuzione utile, si dovranno riconoscere le Indennità di Vacanza Contrattuale arretrate, relative ai trascorsi mesi di settembre, ottobre e novembre 2022, nei valori lordi espressi in euro e nel tempo pieno indicati nella seguente Tabella:

Indennità di Vacanza Contrattuale arretrata


Dal 1° dicembre 2022, e pertanto dalla decorrenza del presente rinnovo contrattuale, le I.V.C. di cui alla precedente Tabella cesseranno di essere dovute, essendo le stesse integralmente assorbite dalle nuove previsioni retributive.
A partire dal 1° dicembre 2022, le Parti concordano un aumento retributivo della Paga Base Nazionale Conglobata Mensile che, al livello “medio” C1, sarà complessivamente di € 201,04 lordi mensili, suddiviso in scadenze annuali, così come riportato nella successiva Tabella:

Incrementi retributivi della P.B.N.C.M. previsti dal presente rinnovo contrattuale


Gli aumenti contrattuali possano assorbire eventuali voci retributive “ad personam” o superminimi già riconosciuti al dipendente nel limite massimo dell’80% degli incrementi complessivi, salvo che tali elementi non siano stati concessi al Lavoratore come “non assorbibili”.Restano salve eventuali condizioni aziendali di miglior favore verso i Lavoratori.
Si riportano i valori complessivi della P.B.N.C.M., già comprensivi degli aumenti di cui alla seguente Tabella:

P.B.N.C.M., espressa in valori lordi in euro e per il tempo, prevista dal presente rinnovo contrattuale


A partire dal 1° dicembre 2022, le Parti concordano anche un ulteriore incremento sull’Elemento Perequativo Mensile Regionale, come riportato nella successiva Tabella:

Incrementi retributivi dell’Elemento Perequativo Mensile Regionale previsti dal presente rinnovo contrattuale, espressi in valori lordi in euro e per il tempo pieno



Previdenza Complementare
A richiesta del Lavoratore interessato, dal 1° gennaio 2023, il Datore accrediterà al Fondo scelto il T.F.R. maturato alle scadenze previste, oltre ad una quota aggiuntiva aziendale pari all’1% della P.B.N.C.M. spettante al Lavoratore stesso.
Restano impregiudicate condizioni di miglior favore eventualmente stabilite mediante Contrattazione Aziendale di Secondo Livello.
Welfare contrattuale
Le Parti, visto l’apprezzamento del Welfare Contrattuale introdotto dal previgente CCNL, anche nel presente rinnovo ne confermano gli importi annuali, sempre suddivisi tra le Categorie:

  • Dirigenti (€ 2.400/anno);
  • Quadri (€ 1.200/anno);
  • per tutti gli altri livelli d’inquadramento, ivi compresi gli Operatori di Vendita (€ 600/anno).



Fonte: Redazione ALDEPI